Nomoi in materia di diritto privato: prassi, esegesi o esercizio retorico?