Referendum, i timori pelosi. La coscienza non si impone per legge