Sull’autonomia del diritto dalla morale. A proposito di un’idea di modernità in Sergio Cotta e di alcune implicazioni sul conflitto d’interessi nel diritto positivo