Sulla nozione di «contratto del consumatore»