Discriminazioni ed esercizio dell'attività sportiva: tra idiosincrasia del 'diverso' e diritti «presi sul serio»