Qualche osservazione sui longa bisillabici nell’esametro latino