Le ragioni di una "inattualità". Sulla "Storia" di Ernesto Ragionieri