Il diritto come relazione di riconoscimento