This article offers a critical appraisal of Herbert Spencer’s conception of ethics and law. The author puts special emphasis on Spencer’s “law of justice”, according to which each human being enjoys full freedom of action, with the only limit of the respect for everybody else’s freedom. As stemming from the natural conditions of human life, this “formula of justice” prevails upon any other legal rule. The general principle of equal freedom is the source of specific forms of freedom, those “particular rights” that actually correspond to the corollaries of the formula of justice. Besides such “inborn rights”, Spencer analysed both the genesis and the development of historical forms of law, as well as the evolution and the role of legal operatives, thus giving a pioneering view of subjects and methods deemed to become crucial for sociology of law in the future.

In questo articolo si analizza criticamente la concezione etica e giuridica di Herbert Spencer. Particolare rilievo viene dato alla spenceriana “formula della giustizia”, che riconosce ad ogni individuo la piena libertà di agire, limitata soltanto dal rispetto dell’altrui libertà. Tale “formula della giustizia”, essendo ricavata dalle condizioni naturali della vita umana, dalla “natura delle cose”, si presenta come superiore ad ogni norma di diritto positivo. Dal principio generale dell’uguale libertà discendono le forme specifiche di libertà, i diritti particolari, che rappresentano i corollari della formula di giustizia. Oltre a questi diritti innati, Spencer indaga anche la genesi e lo sviluppo del diritto storicamente determinatosi, nonché l’evoluzione ed il ruolo degli operatori giuridici, anticipando così temi e metodi che diventeranno tipici della posteriore riflessione sociologico-giuridica.

Filosofia scientifica e assolutismo assiologico. L'idea di giustizia in Herbert Spencer

Simonelli Maria Ausilia
2017

Abstract

In questo articolo si analizza criticamente la concezione etica e giuridica di Herbert Spencer. Particolare rilievo viene dato alla spenceriana “formula della giustizia”, che riconosce ad ogni individuo la piena libertà di agire, limitata soltanto dal rispetto dell’altrui libertà. Tale “formula della giustizia”, essendo ricavata dalle condizioni naturali della vita umana, dalla “natura delle cose”, si presenta come superiore ad ogni norma di diritto positivo. Dal principio generale dell’uguale libertà discendono le forme specifiche di libertà, i diritti particolari, che rappresentano i corollari della formula di giustizia. Oltre a questi diritti innati, Spencer indaga anche la genesi e lo sviluppo del diritto storicamente determinatosi, nonché l’evoluzione ed il ruolo degli operatori giuridici, anticipando così temi e metodi che diventeranno tipici della posteriore riflessione sociologico-giuridica.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11695/72850
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact