La domanda "prenotativa" di concordato preventivo