Un'estetica della Memoria: la via "bella" del filosofare di Paul Ricoeur