Licenziamenti collettivi e discrezionalità della Corte: un'inammissibilità controversa