Sulle ambiguità ideologiche di Ortega y Gasset