Noi e "i Cannibali". I limiti della tolleranza nella cultura occidentale