Il differirsi dell'essere. Metafisica e decontrazione in Jacques Derrida