Abstract This essay aims to present a scientific Portrait of Giovanni Miele, in the context of today’s Administrative law. The essay concernes Miele’s doctrines, dividing them following two distinct profiles: before the Consitution and after the Costitution. The analysis focuses on Principles of law and on the wider use of administrative powers. Hence the essay shows the main modifications imposed by Miele’s doctrines in Administrative law. A final issue focuses the principle of legality, considered as the obligation to pursue the aims indicated by the law, but always having a special regard to fundamental rights of the person, in the light of Miele’s doctrine on Humanism.

Abstract Questo saggio disegna un ritratto scientifico di Giovanni Miele. Ne ripercorre le opere e ne propone una rilettura nel quadro del diritto contemporaneo. In particolare, si sofferma sull’idea, che traspare dai Principi, del diritto amministrativo come diritto visto nelle sue attinenze con la teoria generale. In questa prospettiva, l’analisi si sofferma sull’ordinamento giuridico, sullo Stato moderno, sul potere amministrativo; e, in particolare, considera la teoria della inesauribilità del potere, la natura del principio di legalità e, infine, una possibile interpretazione del diritto amministrativo e delle sue norme. In questa luce, il saggio porge una possibilità. È quella di interpretare il diritto amministrativo come diritto non speciale bensì normale. Il diritto amministrativo è il diritto che normalmente si applica all’amministrazione pubblica, anche perché è il riflesso di un diritto inteso come espressione della persona e di Umanesimo giuridico, principio che Miele teorizzò nella celebre voce e che sembra essere la sua lezione sull’Uomo e in fondo sul diritto stesso.

Giovanni Miele e il diritto amministrativo contemporaneo

Alessandro Cioffi
2022

Abstract

Abstract Questo saggio disegna un ritratto scientifico di Giovanni Miele. Ne ripercorre le opere e ne propone una rilettura nel quadro del diritto contemporaneo. In particolare, si sofferma sull’idea, che traspare dai Principi, del diritto amministrativo come diritto visto nelle sue attinenze con la teoria generale. In questa prospettiva, l’analisi si sofferma sull’ordinamento giuridico, sullo Stato moderno, sul potere amministrativo; e, in particolare, considera la teoria della inesauribilità del potere, la natura del principio di legalità e, infine, una possibile interpretazione del diritto amministrativo e delle sue norme. In questa luce, il saggio porge una possibilità. È quella di interpretare il diritto amministrativo come diritto non speciale bensì normale. Il diritto amministrativo è il diritto che normalmente si applica all’amministrazione pubblica, anche perché è il riflesso di un diritto inteso come espressione della persona e di Umanesimo giuridico, principio che Miele teorizzò nella celebre voce e che sembra essere la sua lezione sull’Uomo e in fondo sul diritto stesso.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11695/107186
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact