La compagnia di Genova tra aspettative e delusioni