The research presented below is the result of a wider program of study conducted by the University of Molise in the south-eastern Samnium, aimed to understanding the forms of occupation of this area in ancient times and the relationship with the central part of the Samnium. The choice of the topic responds to the need to deepen some problems of the economic and social history of Allifae, one of the most important crossroads in the trades between ancient Campania and Samnium. In the first chapter the historical data related to the city are exposed and a topographical description of its territory and its forms of occupation in ancient times is provided, through an analytical reading of the archive and bibliographic sources. The second one deals with the problems related to the deduction of the colony of veterans and the agrarian division of the ager. The issue has been studied both from the topographical point of view, suggesting a different hypothesis compared with those known from the specialist literature; the problem was also analysed from the historical point of view, trying to understand when the confiscations that led to the establishment of the public ager took place in the area, when the territory was materially divided in centuriae and when the assignments were made. The third chapter examines a ceramic context, coming from an urban site near the southern gate of the city, datable in the first half of the first century. A.D.; this offers a clear picture of the material culture of the colony in its early stages of life. The last chapter contains the conclusions of the thesis, in which the hypotheses of dating of the limitatio and of the colony's deduction are offered, as well as the statistical analysis of the previously illustrated materials and the identification of the ceramic forms.

La ricerca che di seguito si presenta, nasce nell’ambito di un più ampio programma di indagini in corso nel Sannio sud-orientale, condotto dall’Università del Molise e mirato alla conoscenza delle forme di occupazione dell’area in età antica e alla comprensione del rapporto tra questa e la parte centrale del Sannio. La scelta dell’argomento risponde alla necessità di approfondimento di alcuni aspetti della storia economica e sociale di Alife, in quanto la città è uno dei più importanti crocevia di collegamento tra Campania antica e Sannio pentro. Nel primo capitolo sono esposti i dati storici relativi alla città ed è fornito un inquadramento topografico del suo territorio e delle sue forme di occupazione, attraverso la lettura analitica dei dati di archivio e bibliografici. Nel secondo si affrontano le problematiche relative alla deduzione della colonia di veterani e alla divisione agraria del suo ager. La questione è stata affrontata sia dal punto di vista topografico, con una proposta ricostruttiva differente rispetto a quelle note dalla letteratura specialistica; la tematica è stata affrontata anche dal punto di vista storico, cercando di comprendere quando sono avvenute le confische nel comprensorio alifano che hanno portato alla costituzione dell’ager publicus, quando è stato materialmente centuriato il territorio e quando ci sono state le assegnazioni. Nel terzo capitolo viene analizzato un contesto ceramico, proveniente da un sito urbano nei pressi della porta meridionale della città, in proprietà Amodeo, databile nella prima metà del I sec. d.C.; questo offre un quadro chiaro di alcuni aspetti della cultura materiale della colonia nelle sue prime fasi di vita. Nell’ultimo capitolo sono presentate le conclusioni della tesi, in cui si offrono le ipotesi di datazione dell’impianto centuriale e della deduzione della colonia, oltre che l’analisi statistica dei materiali precedentemente illustrati e l’individuazione delle forme ceramiche e delle merci prodotte localmente.

La colonia romana di Allifae (Alife, CE). Aspetti storico-topografici e archeologici

DI MAURO, Simone
2019

Abstract

La ricerca che di seguito si presenta, nasce nell’ambito di un più ampio programma di indagini in corso nel Sannio sud-orientale, condotto dall’Università del Molise e mirato alla conoscenza delle forme di occupazione dell’area in età antica e alla comprensione del rapporto tra questa e la parte centrale del Sannio. La scelta dell’argomento risponde alla necessità di approfondimento di alcuni aspetti della storia economica e sociale di Alife, in quanto la città è uno dei più importanti crocevia di collegamento tra Campania antica e Sannio pentro. Nel primo capitolo sono esposti i dati storici relativi alla città ed è fornito un inquadramento topografico del suo territorio e delle sue forme di occupazione, attraverso la lettura analitica dei dati di archivio e bibliografici. Nel secondo si affrontano le problematiche relative alla deduzione della colonia di veterani e alla divisione agraria del suo ager. La questione è stata affrontata sia dal punto di vista topografico, con una proposta ricostruttiva differente rispetto a quelle note dalla letteratura specialistica; la tematica è stata affrontata anche dal punto di vista storico, cercando di comprendere quando sono avvenute le confische nel comprensorio alifano che hanno portato alla costituzione dell’ager publicus, quando è stato materialmente centuriato il territorio e quando ci sono state le assegnazioni. Nel terzo capitolo viene analizzato un contesto ceramico, proveniente da un sito urbano nei pressi della porta meridionale della città, in proprietà Amodeo, databile nella prima metà del I sec. d.C.; questo offre un quadro chiaro di alcuni aspetti della cultura materiale della colonia nelle sue prime fasi di vita. Nell’ultimo capitolo sono presentate le conclusioni della tesi, in cui si offrono le ipotesi di datazione dell’impianto centuriale e della deduzione della colonia, oltre che l’analisi statistica dei materiali precedentemente illustrati e l’individuazione delle forme ceramiche e delle merci prodotte localmente.
The Roman colony of Allifae (Alife, CE). Historical, topographic and archeological problems
The research presented below is the result of a wider program of study conducted by the University of Molise in the south-eastern Samnium, aimed to understanding the forms of occupation of this area in ancient times and the relationship with the central part of the Samnium. The choice of the topic responds to the need to deepen some problems of the economic and social history of Allifae, one of the most important crossroads in the trades between ancient Campania and Samnium. In the first chapter the historical data related to the city are exposed and a topographical description of its territory and its forms of occupation in ancient times is provided, through an analytical reading of the archive and bibliographic sources. The second one deals with the problems related to the deduction of the colony of veterans and the agrarian division of the ager. The issue has been studied both from the topographical point of view, suggesting a different hypothesis compared with those known from the specialist literature; the problem was also analysed from the historical point of view, trying to understand when the confiscations that led to the establishment of the public ager took place in the area, when the territory was materially divided in centuriae and when the assignments were made. The third chapter examines a ceramic context, coming from an urban site near the southern gate of the city, datable in the first half of the first century. A.D.; this offers a clear picture of the material culture of the colony in its early stages of life. The last chapter contains the conclusions of the thesis, in which the hypotheses of dating of the limitatio and of the colony's deduction are offered, as well as the statistical analysis of the previously illustrated materials and the identification of the ceramic forms.
Storia romana; Archeologia romana; Epigrafia latina; Colonia Alife
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Tesi_S_Di-Mauro.pdf

embargo fino al 30/10/2020

Descrizione: Tesi di dottorato
Dimensione 106.5 MB
Formato Adobe PDF
106.5 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11695/91401
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact