The Sustainable Forest Management (SFM), defined in 1993 at Helsinki - first Ministerial Conference for the Protection of Forests in Europe - is aimed at balancing the social and economical requirements, the ecological and cultural expectations of present and next generations and to preserve the resources by a multiple use of forests. The concept evolves in continuum both spatially and with time and is operationally based on the multifunctional management of forests. Forestry management is the main tool to pursue the maintenance of the long-lasting forest attributes whilst developing their economic-social role. The driving factor balancing the different, even contrasting, issues by means of a careful and effective organization is committed to SFM and monitored by the relative Criteria and Indicators. The Sustainable Forest Management cannot therefore leave out of consideration the ecological side as well as the societal requirements, otherwise we’ll talk about forest systems in the abstract and not as main components of the social and economical context as they are. The advancements in ecology alone are not enough to develop new management models able to reconcile the conservation strategies with the customary practices of silviculture. The adoption of SFM Indicators (MCPFE 2002) at the European level, allowed a better consideration and consciousness of forest management role to maintain and improve both health and vitality of forest ecosystems, biodiversity, their inherent carbon sequestration ability, their protective as well as their social and economical functions. Taking into account these sides, the work has been divided into three main parts: (i) studying SFM Indicators and their perception as well as the one of the associated different functional levels, from the stakeholders’ side; (ii) analysing SFM Indicators to evaluate innovative ‘good’ forest practices in beech forests; (iii) defining new SFM Indicators to assess the quality of management. The main goal here is to put together and adapt SFM Indicators already established to evaluate the performances at the country or EU level and use them for an effective quality assessment at the local land and ownership scale.

La Gestione Forestale Sostenibile (GFS), così come definita nel 1993 ad Helsinki durante la prima Conferenza Ministeriale per la Protezione delle Foreste in Europa, ha lo scopo di equilibrare le esigenze socio-economiche, ecologiche e culturali delle generazioni presenti e future e di mantenere le risorse attraverso un uso multiplo delle foreste. Si tratta di un concetto in continua evoluzione sia nel tempo sia nello spazio, la cui base operativa è la gestione multifunzionale delle foreste. La gestione forestale è lo strumento principale attraverso cui è possibile perseguire finalità di tutela e conservazione compatibili con il ruolo economico e sociale delle foreste. Infatti si riconosce alla GFS la funzione di conservazione delle risorse boschive, creazione di impatti sociali positivi e mantenimento dell’efficienza economica nell’organizzazione dei prodotti e dei servizi forestali. Una gestione sostenibile della foresta non può, quindi, prescindere dagli aspetti ecologici ma nemmeno dalle esigenze della società, pena l’identificarsi con ideologie astratte, avulse dal contesto socio economico di cui le foreste fanno invece parte. Le conoscenze ecologiche da sole non bastano a sviluppare modelli gestionali nuovi che concilino le esigenze di conservazione e quelle tradizionali della selvicoltura. A livello europeo l’adozione dei criteri e degli indicatori di gestione forestale sostenibile (MCPFE, 2002), ha portato ad una migliore considerazione e consapevolezza dell’importanza della gestione forestale per mantenere e valorizzare la salute e la vitalità degli ecosistemi forestali, la biodiversità, la capacità di sequestro di carbonio, la funzione protettiva e lo sviluppo di funzioni produttive e socio-economiche (aspetto multifunzionale delle foreste). Prendendo in considerazione questi aspetti il presente lavoro è strutturato in tre parti: i) lo studio di indicatori di gestione forestale sostenibile per la valutazione della percezione dei portatori di interesse e dei livelli di multifunzionalità della foresta; ii) l’analisi di indicatori di gestione forestale sostenibile per la valutazione di buone pratiche selvicolturali innovative; iii) la messa a punto di nuovi indicatori di gestione forestale sostenibile per la valutazione delle pratiche selvicolturali. Lo scopo ultimo è quello di integrare ed adattare degli indicatori, nati per valutare le performance a livello europeo e nazionale, al fine di renderli utili per la valutazione della gestione forestale a livello locale (territoriale ed aziendale).

Sustainable forest management indicators to evaluate silvicultural practices at the stand and landscape management levels

DI SALVATORE, Umberto
2017-05-03

Abstract

La Gestione Forestale Sostenibile (GFS), così come definita nel 1993 ad Helsinki durante la prima Conferenza Ministeriale per la Protezione delle Foreste in Europa, ha lo scopo di equilibrare le esigenze socio-economiche, ecologiche e culturali delle generazioni presenti e future e di mantenere le risorse attraverso un uso multiplo delle foreste. Si tratta di un concetto in continua evoluzione sia nel tempo sia nello spazio, la cui base operativa è la gestione multifunzionale delle foreste. La gestione forestale è lo strumento principale attraverso cui è possibile perseguire finalità di tutela e conservazione compatibili con il ruolo economico e sociale delle foreste. Infatti si riconosce alla GFS la funzione di conservazione delle risorse boschive, creazione di impatti sociali positivi e mantenimento dell’efficienza economica nell’organizzazione dei prodotti e dei servizi forestali. Una gestione sostenibile della foresta non può, quindi, prescindere dagli aspetti ecologici ma nemmeno dalle esigenze della società, pena l’identificarsi con ideologie astratte, avulse dal contesto socio economico di cui le foreste fanno invece parte. Le conoscenze ecologiche da sole non bastano a sviluppare modelli gestionali nuovi che concilino le esigenze di conservazione e quelle tradizionali della selvicoltura. A livello europeo l’adozione dei criteri e degli indicatori di gestione forestale sostenibile (MCPFE, 2002), ha portato ad una migliore considerazione e consapevolezza dell’importanza della gestione forestale per mantenere e valorizzare la salute e la vitalità degli ecosistemi forestali, la biodiversità, la capacità di sequestro di carbonio, la funzione protettiva e lo sviluppo di funzioni produttive e socio-economiche (aspetto multifunzionale delle foreste). Prendendo in considerazione questi aspetti il presente lavoro è strutturato in tre parti: i) lo studio di indicatori di gestione forestale sostenibile per la valutazione della percezione dei portatori di interesse e dei livelli di multifunzionalità della foresta; ii) l’analisi di indicatori di gestione forestale sostenibile per la valutazione di buone pratiche selvicolturali innovative; iii) la messa a punto di nuovi indicatori di gestione forestale sostenibile per la valutazione delle pratiche selvicolturali. Lo scopo ultimo è quello di integrare ed adattare degli indicatori, nati per valutare le performance a livello europeo e nazionale, al fine di renderli utili per la valutazione della gestione forestale a livello locale (territoriale ed aziendale).
The Sustainable Forest Management (SFM), defined in 1993 at Helsinki - first Ministerial Conference for the Protection of Forests in Europe - is aimed at balancing the social and economical requirements, the ecological and cultural expectations of present and next generations and to preserve the resources by a multiple use of forests. The concept evolves in continuum both spatially and with time and is operationally based on the multifunctional management of forests. Forestry management is the main tool to pursue the maintenance of the long-lasting forest attributes whilst developing their economic-social role. The driving factor balancing the different, even contrasting, issues by means of a careful and effective organization is committed to SFM and monitored by the relative Criteria and Indicators. The Sustainable Forest Management cannot therefore leave out of consideration the ecological side as well as the societal requirements, otherwise we’ll talk about forest systems in the abstract and not as main components of the social and economical context as they are. The advancements in ecology alone are not enough to develop new management models able to reconcile the conservation strategies with the customary practices of silviculture. The adoption of SFM Indicators (MCPFE 2002) at the European level, allowed a better consideration and consciousness of forest management role to maintain and improve both health and vitality of forest ecosystems, biodiversity, their inherent carbon sequestration ability, their protective as well as their social and economical functions. Taking into account these sides, the work has been divided into three main parts: (i) studying SFM Indicators and their perception as well as the one of the associated different functional levels, from the stakeholders’ side; (ii) analysing SFM Indicators to evaluate innovative ‘good’ forest practices in beech forests; (iii) defining new SFM Indicators to assess the quality of management. The main goal here is to put together and adapt SFM Indicators already established to evaluate the performances at the country or EU level and use them for an effective quality assessment at the local land and ownership scale.
sustainable forest management; indicators; silviculture; forest multifunctionality; stakeholders' perception
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Tesi_U_Di_Salvatore.pdf

accesso aperto

Descrizione: Tesi di dottorato
Tipologia: Altro materiale allegato
Dimensione 3.67 MB
Formato Adobe PDF
3.67 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11695/73801
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact