Il rapporto di lavoro tra flessibilità e conflitto