Schermi e robot come mediatori