Il laico sceglie la ragione critica