Con la legge 106 del 2016 il Parlamento ha delegato al Governo la potestà normativa di riordino e riforma del Terzo Settore, con conseguenze sulla comunicazione sociale. Il contributo che segue offre una prima sistematizzazione alla categoria della comunicazione sociale all’interno delle moderne sfere pubbliche mediatizzate, evidenza le maggiori novità contenute nella legge delega, ed offre spunti critico-ricostruttivi sulle potenzialità e sui pericoli che la comunicazione sociale incontra negli ambienti polarizzati e frammentati costituiti dalle reti sociali digitali

COMUNICAZIONE SOCIALE

vespaziani
2018

Abstract

Con la legge 106 del 2016 il Parlamento ha delegato al Governo la potestà normativa di riordino e riforma del Terzo Settore, con conseguenze sulla comunicazione sociale. Il contributo che segue offre una prima sistematizzazione alla categoria della comunicazione sociale all’interno delle moderne sfere pubbliche mediatizzate, evidenza le maggiori novità contenute nella legge delega, ed offre spunti critico-ricostruttivi sulle potenzialità e sui pericoli che la comunicazione sociale incontra negli ambienti polarizzati e frammentati costituiti dalle reti sociali digitali
978-88-12-00651-9
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11695/76343
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact