Il corpo vissuto nel testo. La lettura come relazione tra normalità e patologia