"Roma moderna": gli apparati della veduta di Greuter