Robortello, Vettori e Borghini: il tema della rappresentazione nei testi di Aristotele