Nuove "istituzioni" contadine e usi collettivi del territorio