Tra poteri centrali ed élite locali, Guillaume Delisle (1675-1729) e le carte del ducato di Borgogna