La narrativa di Arnold Bennett assume le Cinque Città quale fulcro tematico delle sue opere più importanti, senza ignorare l’impegno sul piano della ricerca letteraria e del dibattito culturale intorno al modernismo. Alla luce della sua vasta produzione letteraria, questo volume prende le mosse dall’area geografica che ha fornito allo scrittore ispirazione e suggestioni, le Potteries, cioè il distretto industriale dello Staffordshire, noto per le industrie di ceramiche e vasellame, culla del metodismo e di modi di vita morigerati e austeri. Nel proporre un’analisi delle opere legate a questo tipo di ambiente, particolare attenzione è prestata ai due capolavori bennettiani – Anna of the Five Towns (1902) e The Old Wives’ Tale (1908). L’intento è quello di presentare il tema tragico e quasi-tragico che coinvolge le figure femminili di questi due romanzi. In un mondo in cui tutto cambia, Bennett drammatizza la transizione da una generazione all’altra e insieme l’inestricabile nesso tra cambiamento sociale e destini individuali, dimostrando come le vite dei protagonisti, a conclusione del percorso, implichino la fine traumatica di passione e desideri e la resa alla legge inesorabile del tempo.

Arnold Bennett: narratore e interprete delle Cinque Città

D'ALFONSO, Francesca
2016

Abstract

La narrativa di Arnold Bennett assume le Cinque Città quale fulcro tematico delle sue opere più importanti, senza ignorare l’impegno sul piano della ricerca letteraria e del dibattito culturale intorno al modernismo. Alla luce della sua vasta produzione letteraria, questo volume prende le mosse dall’area geografica che ha fornito allo scrittore ispirazione e suggestioni, le Potteries, cioè il distretto industriale dello Staffordshire, noto per le industrie di ceramiche e vasellame, culla del metodismo e di modi di vita morigerati e austeri. Nel proporre un’analisi delle opere legate a questo tipo di ambiente, particolare attenzione è prestata ai due capolavori bennettiani – Anna of the Five Towns (1902) e The Old Wives’ Tale (1908). L’intento è quello di presentare il tema tragico e quasi-tragico che coinvolge le figure femminili di questi due romanzi. In un mondo in cui tutto cambia, Bennett drammatizza la transizione da una generazione all’altra e insieme l’inestricabile nesso tra cambiamento sociale e destini individuali, dimostrando come le vite dei protagonisti, a conclusione del percorso, implichino la fine traumatica di passione e desideri e la resa alla legge inesorabile del tempo.
978-88-6344-438-4
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11695/59585
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact