"Nel mese di aprile del 2012 si è svolta a Roma la V edizione del Colloquio internazionale organizzato dal dottorato in Progettazione e gestione dell'ambiente e del paesaggio al quale, oltre ai rappresentanti delle università, degli enti di ricerca e delle istituzioni, hanno portato il loro contributo esperti di diverse discipline italiani e stranieri.. Nello spirito dell'iniziativa, denominata per l'appunto "colloquio", vi è la massima apertura a recepire contributi interdisciplinari, provenienti da esperienze e culture diverse. Questa pubblicazione, divisa in quattro sezioni, raccoglie i saggi di coloro che sono intervenuti o vi hanno partecipato attivamente. Il risultato è quello di un'articolata antologia, utile a tutti coloro che si occupano di progettare il paesaggio, la cui lettura contribuisce alla formazione di una nuova coscienza nella difesa del territorio e dei beni comuni, dai conflitti crescenti.. A fronte di una realtà che vede il territorio come "substrato indifferente" e quasi abiotico da riempire con le attività e gli impatti più disparati, deve essere contrapposta una rete consapevole di azioni per un equilibrio efficace in termini di sicurezza ambientale e di equità sociale ed economica.. Il progetto di paesaggio, in virtù della sua trans-disciplinarietà, può diventare quindi uno strumento di chiarimento, mediazione e ricomposizione dei conflitti per affrontare la mutazione dei territori facendo lavorare in sinergia i diversi punti di vista e le capacità."

Dalla città compatta all’urbano diffuso: ripercussioni ecologiche dei cambiamenti di uso del suolo

MARCHETTI, Marco;SALLUSTIO, Lorenzo
2012-01-01

Abstract

"Nel mese di aprile del 2012 si è svolta a Roma la V edizione del Colloquio internazionale organizzato dal dottorato in Progettazione e gestione dell'ambiente e del paesaggio al quale, oltre ai rappresentanti delle università, degli enti di ricerca e delle istituzioni, hanno portato il loro contributo esperti di diverse discipline italiani e stranieri.. Nello spirito dell'iniziativa, denominata per l'appunto "colloquio", vi è la massima apertura a recepire contributi interdisciplinari, provenienti da esperienze e culture diverse. Questa pubblicazione, divisa in quattro sezioni, raccoglie i saggi di coloro che sono intervenuti o vi hanno partecipato attivamente. Il risultato è quello di un'articolata antologia, utile a tutti coloro che si occupano di progettare il paesaggio, la cui lettura contribuisce alla formazione di una nuova coscienza nella difesa del territorio e dei beni comuni, dai conflitti crescenti.. A fronte di una realtà che vede il territorio come "substrato indifferente" e quasi abiotico da riempire con le attività e gli impatti più disparati, deve essere contrapposta una rete consapevole di azioni per un equilibrio efficace in termini di sicurezza ambientale e di equità sociale ed economica.. Il progetto di paesaggio, in virtù della sua trans-disciplinarietà, può diventare quindi uno strumento di chiarimento, mediazione e ricomposizione dei conflitti per affrontare la mutazione dei territori facendo lavorare in sinergia i diversi punti di vista e le capacità."
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11695/45877
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact