Tra tablet e netbook: l'esperienza della cl@sse 2.0 di Trivento