Pacelli, Roncalli e i battesimi della Shoah