Il contratto "incompleto"