Possono le biotecnologie microbiche salvare l'arte?