Attraverso l'esame di tutte le descrizioni e le illustrazioni di edifici cinesi presenti nei libri pubblicati in Europa da missionari e viaggiatori d'affari nel tardo Seicento e nel primo Settecento, l'autore dimostra che esse furono spesso prese a modello dagli architetti europei della prima metà del XVIII secolo, specialmente per apparati effimeri e padiglioni di giardini.

Le fonti seicentesche sulla Cina nella cultura architettonica del primo Settecento. Note su un apparato di Ferdinando Sanfelice

ANTINORI, Aloisio
1992

Abstract

Attraverso l'esame di tutte le descrizioni e le illustrazioni di edifici cinesi presenti nei libri pubblicati in Europa da missionari e viaggiatori d'affari nel tardo Seicento e nel primo Settecento, l'autore dimostra che esse furono spesso prese a modello dagli architetti europei della prima metà del XVIII secolo, specialmente per apparati effimeri e padiglioni di giardini.
88-240-0240-4
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11695/16575
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact