Dal “mito della cornice” alla “fusione di orizzonti”. Una difesa epistemologica ed ermeneutica delle ragioni del dialogo