Le forme del mondo. Pasolini, Roma e le arti visive tra sperimentalismo e tradizione