Esaminando lo statuto epistemologico del principio di razionalità, il saggio critica la soluzione popperiana e tenta di definire un modello Mises-Popper-Boudon che integri la prospettiva a priori misesiana e quella empirica di tipo popperiano e boudoniano. In questo modo si intende definire uno strumento epistemologico che sia in grado di potenziare la capacità esplicativa dell’individualismo metodologico.

The Rationality of Human Action. Toward a Model Mises-Popper-Boudon?,

DI NUOSCIO, Vincenzo
2009

Abstract

Esaminando lo statuto epistemologico del principio di razionalità, il saggio critica la soluzione popperiana e tenta di definire un modello Mises-Popper-Boudon che integri la prospettiva a priori misesiana e quella empirica di tipo popperiano e boudoniano. In questo modo si intende definire uno strumento epistemologico che sia in grado di potenziare la capacità esplicativa dell’individualismo metodologico.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11695/12263
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact