Gramsci e la storia contemporanea. I "Quaderni" come "teoria" e "critica" della storiografia