La società e il suo "genere"