Il lavoro ha lo scopo di illustrare le soluzioni contabili per rappresentare in bilancio i patrimoni destinati ad uno specifico affare, un istituto giuridico nuovo, introdotto nel codice civile dal D. Lgs. 17 gennaio 2003, n. 6. Per ottemperare all’obbligo civilistico della separata contabilizzazione richiesta dalla legge, l’Autore suggerisce e spiega l’utilizzo della contabilità divisionale, usato tipicamente dalle aziende multi business. Le argomentazioni teoriche sono accompagnate da un esempio numerico.

I patrimoni destinati ad uno specifico affare e la contabilità divisionale

ANGELONI S.
2006

Abstract

Il lavoro ha lo scopo di illustrare le soluzioni contabili per rappresentare in bilancio i patrimoni destinati ad uno specifico affare, un istituto giuridico nuovo, introdotto nel codice civile dal D. Lgs. 17 gennaio 2003, n. 6. Per ottemperare all’obbligo civilistico della separata contabilizzazione richiesta dalla legge, l’Autore suggerisce e spiega l’utilizzo della contabilità divisionale, usato tipicamente dalle aziende multi business. Le argomentazioni teoriche sono accompagnate da un esempio numerico.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11695/11055
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact