Il lavoro completa il percorso iniziato dall'A. con la monografia <<La conclusione del contratto via Internet>> , Napoli, 2000 - pubblicata precedentemente all'attuazione della direttiva sul commercio elettronico - nella quale, attraverso il richiamo ai principi, si ipotizzava l'applicabilita' delle disposizioni del codice civile sul contratto agli scambi effettuati per via informatica e telematica. Tali conclusioni sono confermate nel presente studio, ove, con l'analisi critica delle disposizioni attuative, si da' conforto alle tesi che avevano gia' ritenuto che l'uso degli strumenti informatici richiedesse l'adattamento e non il superamento dei tradizionali procedimenti di conclusione del contratto. L'indagine e' completata con l'esame delle disposizioni in materia di spamming e di responsabilita' civile. Il legislatore, con l'inserimento di norme tra di loro simmetriche, disciplina la responsabilita' degli Internet service provider "in negativo": dall'enunciazione delle condizioni per l'esenzione, passa al riconoscimento di gradi sempre maggiori di responsabilita' quando la loro partecipazione al trattamento dei dati si amplia (passando dal mere conduit, al caching, all'hosting).

Il recepimento della direttiva sul commercio elettronico: informazioni, conclusione dei contratti e profili di responsabilità civile (osservazioni)

GIOVA, Stefania
2004

Abstract

Il lavoro completa il percorso iniziato dall'A. con la monografia <> , Napoli, 2000 - pubblicata precedentemente all'attuazione della direttiva sul commercio elettronico - nella quale, attraverso il richiamo ai principi, si ipotizzava l'applicabilita' delle disposizioni del codice civile sul contratto agli scambi effettuati per via informatica e telematica. Tali conclusioni sono confermate nel presente studio, ove, con l'analisi critica delle disposizioni attuative, si da' conforto alle tesi che avevano gia' ritenuto che l'uso degli strumenti informatici richiedesse l'adattamento e non il superamento dei tradizionali procedimenti di conclusione del contratto. L'indagine e' completata con l'esame delle disposizioni in materia di spamming e di responsabilita' civile. Il legislatore, con l'inserimento di norme tra di loro simmetriche, disciplina la responsabilita' degli Internet service provider "in negativo": dall'enunciazione delle condizioni per l'esenzione, passa al riconoscimento di gradi sempre maggiori di responsabilita' quando la loro partecipazione al trattamento dei dati si amplia (passando dal mere conduit, al caching, all'hosting).
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11695/10827
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact