Sulla formazione letteraria e pedagogica di Emma Perodi