Alla vincitrice del premio strega del 1995 è dedicata l'analisi del racconto Veglia, poco conosciuto dal grande pubblico. Attraverso l'approfondimento dei nuclei sintattici e lessicali, si evidenziano i riferimenti ideali nascosti tra le pieghe della narrazione e lo sgomento provato dalla scrittrice di fronte alla crudezza della realtà.

Nuovi confini letterari nel racconto di Mariateresa Di Lascia

MONTELLA, Luigi
2013

Abstract

Alla vincitrice del premio strega del 1995 è dedicata l'analisi del racconto Veglia, poco conosciuto dal grande pubblico. Attraverso l'approfondimento dei nuclei sintattici e lessicali, si evidenziano i riferimenti ideali nascosti tra le pieghe della narrazione e lo sgomento provato dalla scrittrice di fronte alla crudezza della realtà.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11695/10505
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact