Conclusioni generali (e provvisorie). Lo sviluppo autosostenibile e la dimensione locale: una nostra scelta per gli anni a venire