"Brancaleone" (1946-1953), fuori dal neofascismo